Il ristorante dove mangiare senza soldi: MIRAI SHOKUDO

Sono andato a mangiare nel ristorante di Mirai Kobayashi, dove si può pagare il conto con la propria forza lavoro. In cambio di 2 ore da cameriere o addetto alla cucina si può mangiare un pranzo o una cena. L’idea si basa sul concetto di open source: l’unica amministratrice fissa è Mirai stessa e tutti sono incoraggiati a contribuire non solo con il lavoro fisico, ma anche con idee che aiutino a sviluppare le attività del ristorante. Essere assunti al Mirai Shokudo è molto facile, ci si iscrive, si controlla il calendario e si riempie una fascia di orario sguarnita. DSC_7425

L’esperienza
Il posto è molto raccolto, casalingo, ha un bancone con 12 posti facili da servire. Gli impiegati occasionali sono gentili e leggermente impacciati nella preoccupazione da primo giorno. Quando sono andato mi ha servito un signore sorridente al suo secondo turno e in cucina c’era una ragazza cinese; entrambi erano diretti con cortese e decisa fermezza dalla reggitrice, Mirai.

Il cibo
è ottimo e familiare. Nel vassoio prestabilito che non ammette scelta ci sono gli tsukemono (verdure conservate), un piatto principale e una zuppa di miso che si avvicina molto al minestrone. Il riso è dispensato a volontà nei contenitori di legno con il coperchio (ohitsu). Si può mangiare veramente molto, è l’ideale per gli studenti che frequentano le scuole della zona. Alla fine c’è un diverti-bocca dolce da gustare con il te. Alle pareti ci sono delle mini librerie con volumi sul ristorante (in vendita) e altro (per la consultazione in loco), oltre che una selezione di rassegna stampa sempre sul Mirai Shokudo (che significa trattoria di Mirai ma anche trattoria del futuro).

TADAMESHI
significa mangiare gratis, ed è un ulteriore servizio che offre questo ristorantino. In pratica quando un lavorante sceglie di non approfittare del compenso per il suo lavoro (un pasto), lo può lasciare “sospeso” per eventuali avventori senza soldi o che non possono lavorare per il loro cibo. Il tadameshi è valido solo una volta per persona e chi lo riceve scrive un foglietto di ringraziamento che va nel registro consultabile dai clienti. La sensazione che si ha dopo il pasto è quella di essere stati in uno dei possibili futuri possibili della ristorazione e della fiducia fra esseri umani. Il menu di pranzo costa 900 yen, meno di 7 euro, è aperto dalle 11 fino alle 10 di sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *