Gusto di Friûl a Tokyo

C’è qualcosa di potente nei sapori. Mangiare italiano a Tokyo ormai è facilissimo, e le pizzerie -per dirne una- in media sono ottime. Si trovano ingredienti che non ci si aspetterebbe e che fanno sembrare molto più vicini al nostro paese. Questo se si vuole mangiare italiano, se sei friulano è un po’ diverso. Noi emigranti ci portiamo il formadi (formaggio), salamp (salame) nelle valigie (questo bisogna sperare che non venga sgamato perché la carne cruda non si potrebbe) e qualcuno ha anche messo bag in box da 5 litri di tocai nel trolley. Di mangiare friulano al ristorante non …

Impermanenza, transitorietà?

La stagione dei fiori di ciliegio è arrivata, l’ho celebrata, e adesso sta lasciando Tokyo. Proprio oggi, in un momento incastrato tra il pranzo di Pasqua e un giro al parco, sono passato vicino a un tempio buddhista come ce ne sono tanti nel mio quartiere. La sua particolarità è di avere un maestoso albero di ciliegio nel cortile interno, e della varietà Sato Zakura. Quasi tutti i ciliegi che finiscono per scatenare gli hanami sono della varietà Somei Yoshino (Prunus Yedoiensis), dai petali chiari, ma in questo tempio c’è un Prunus serrulata, ha i fiori rosa violacei, un colore …